sabato 12 dicembre 2015

Make Up For Ever Academy - Secondo Livello

Ciao a tutti e bentornati sul mio blog!

Oggi vi racconto il secondo livello della Make Up Academy della Truccheria di Bologna.

In questa fase abbiamo affrontato il trucco sposa insieme a Claudia, insegnante molto chiara, precisa ed esigente, che, per due giorni, ci è stata appiccicata e ha controllato ogni nostra mossa. Questa volta eravamo molti meno allievi, solo cinque, e abbiamo lavorato perfettamente.

Sicuramente io sono una persona inesperta nel settore, ma uno dei concetti che Claudia ci ha esposto all'inizio della giornata mi era ben chiaro per esperienza personale. Parlo del fatto che il trucco sposa non debba necessariamente essere un trucco leggero e naturale, il classico acqua e sapone, per usare un termine un po’ familiare a tutti!

Parlo di esperienza personale perché, il giorno del mio matrimonio ho deciso di truccarmi da sola e di indossare un rossetto fuxia, che di certo non rispecchiava l’immagine della sposina naturale. Quando stavo facendo le ultime prove dell’abito da sposa, la stilista che l’ha confezionato per me mi chiese che trucco avrei realizzato. Non potete immaginare la faccia della signora e di mia mamma quando ho svelato la mia intenzione rossettosa!!!Per fortuna c’era un’altra persona alla prova dell’abito, mia suocera, la quale, non solo intervenne a mio favore, ma raccontò che il giorno del suo matrimonio, circa 40 anni fa, lei aveva indossato rossetto e smalto abbinati...ROSSI!!!

Vi ho raccontato questa storia per arrivare ad uno concetti fondamentali nella costruzione di un look da sposa: il trucco deve essere personalizzato! E per personalizzato non si intende solo che sia studiato per esaltare le caratteristiche fisionomiche della sposa, ma anche per rispettare ed esalare la sua natura e il suo modo di essere. Le esatte parole di Claudia sono state:”se una donna porta sempre l’eyeliner è impensabile non applicarglielo il giorno del suo matrimonio. Lei non si riconoscerebbe, non si sentirebbe se stessa e si rischierebbe di snaturarla in uno dei giorni più importanti della sua vita!”. Concordo pienamente, il giorno del mio matrimonio, se avessi indossato un gloss o un rossetto nude, non sarei stata me stessa e non mi sarei sentita a mio agio.

Oltre alla personalizzazione, i fondamentali del trucco sposa sono l’altissima tenuta e avere un’ottima resa fotografica. Per l’alta tenuta direi che i prodotti Make Up For Ever sono i migliori al mondo, hanno la più vasta gamma di prodotti waterproof e altamente performanti. Per resa fotografica, invece, si intende un trucco luminoso (che non è sinonimo di lucido!!!) che riesca a tirare fuori il meglio di se negli scatti del servizio fotografico. Claudia ci svelato che la fotografia trattiene circa il 30% del colore, per questo è fondamentale, in un trucco sposa, definire in modo deciso i punti di luce e ombra.
Per ottenere una resa fotografica perfetta, abbiamo utilizzato un fondotinta nuovissimo, l'evoluzione dell' HD, che già era un ottimo prodotto, ma, con l'avvento delle nuove tecnologie in Full HD, risulta essere obsoleto. Il fondo in questione è l' ULTRA HD, che sfrutta la stessa tecnologia dei nuovi mezzi di ripresa, 4K, e, per questo, dona un effetto di pelle perfetta e luminosa rimanendo leggero e non facendo strato.

Dopo queste e altre utilissime nozioni su come gestire il trucco sposa, siamo passati alle dimostrazioni di due tecniche molto diffuse per questa occasione, in quanto regalano una bella definizione all'occhio e allo stesso tempo sono estremamente eleganti.

Parlo della Classic Lift (detta anche della mezza luna) e dell’Open Contour. Due tecniche stupende che ovviamente possono essere adattate e utilizzate anche al di fuori del contesto sposa. Entrambe le tecniche donano una bellissima profondità allo sguardo senza appesantirlo.

Vi lascio ai trucchi realizzati da me seguendo queste tecniche per gli occhi e marcando molto i chiaro scuro per la base viso. Per prima trovate Eleonora sulla quale ho eseguito la Classic Lift utilizzando il nero per dare profondità. Subito dopo c’è Camilla, su di lei ho eseguito entrambe le tecniche, prima l’Open Contour e poi, dopo aver struccato, la Classic Lift.

 
Eleonora con la sola base viso completata.






















  Classic Lift su Camilla


















 













Open Contour su Camilla.






Altro elemento fondamentale nel trucco sposa è la definizione delle labbra. Purtroppo con Eleonora ho un po’ toppato in questo. Dalle foto frontali si nota perfettamente che le labbra non sono simmetriche. Ma, nel complesso, sono soddisfatta di tutti i make up che ho creato. Era la prima volta che eseguivo queste tecniche e credo di non essermela cavata così male. Anche le modelle erano soddisfatte, sono uscite dalla Truccheria sfoggiando le mie creazioni, il fatto che non si siano struccate per uscire non è poco!


Che dirvi in più? Io sono contentissima di quello che ho imparato e di come mi è stato trasmesso. Claudia è stata un’insegnate incredibile. Superfluo dire che consiglio questo corso!!!Penso che dal mio entusiasmo si evinca che ritengo sia un corso utilissimo, ben strutturato e organizzato.

Mi pare di aver detto tutto. Ovviamente non posso scendere nei dettagli di tutto quello che abbiamo trattato, altrimenti non sarebbe un post ma un romanzo!

Per ulteriori informazioni su tempi e costi dei corsi vi rimando al sito della Truccheria.

Grazie a tutti e non dimenticate di seguirmi su Instagram, lara_g25, e sulla pagina FB, Deliri di una Trentenne. Anzi, ne approfitto per dirvi che la mia pagina FB è stata un pò trascurata....ma giuro che mi ci impegnerò di più!!!

mercoledì 9 dicembre 2015

Make Up For Ever Academy - Primo Livello

Eccomi qui per raccontarvi il primo livello del corso di make up della Make Up For Ever Academy.

Vi anticipo già, però, che non parlerò di prezzi, non perché abbia qualcosa da nascondere, ma perché il sito della Truccheria è talmente chiaro e trasparente da questo punto di vista che non ne vedo la necessità. Preferisco parlarvi degli argomenti che abbiamo trattato e di come sono stati sviluppati.

Il corso di primo livello dura due giorni, eravamo circa una quindicina di allieve e penso che sia anche il numero massimo di partecipanti. Siamo state accolte da Giulia, la nostra bellissima insegnate, che ci ha fatto accomodare in un aula dedicata ai corsi. Lungo le pareti c’erano le postazioni trucco e, al centro della sala, tutte le sedie posizionate di fronte ad uno schermo. Giulia ci ha raccontato la storia del brand Make Up For Ever e di come Dany Sanz, la fondatrice, abbia lavorato con impegno e dedizione per raggiungere tali risultati. Lei è un'artista, nasce come pittrice e scultrice, ma non trovando in commercio prodotti che la soddisfacessero per la, allora nascente, tecnica del body painting, decise di crearseli da sola. Con l'aiuto di un chimico e tanta passione creò i prodotti e gli strumenti dei quali necessetava...e oggi Make Up For Ever è uno dei brand professionali più affermati al mondo!
                                                           Postazione trucco

Dopo questa piacevole introduzione, siamo partite alla grande con le basi del trucco correttivo.

Ci è stato spiegato che il trucco correttivo è necessario per armonizzare i tratti del viso e creare una base perfetta. Ebbene si…senza una base perfetta non vale neanche la pena di impegnarsi con il resto del make up. Abbiamo identificato le forme di viso, le tipologie di occhio e visto come correggerle e valorizzarle tramite la tecnica chiaroscurale. Altro step teorico fondamentale è stato la teoria del colore, grazie alla quale si possono correggere e uniformare discromie e incarnati.

Dopo di che siamo passate ai prodotti per la base, come e quando utilizzarli a seconda delle tipologie di pelle e di incarnati. Ho trovato questa parte del corso estremamente interessante, se la base non viene realizzata con i prodotti adatti non potrà mai esserci un buon risultato…bisogna ragionare come se avessimo una tela sulla quale dobbiamo dipingere, se la nostra tela non è perfettamente uniforme come possiamo iniziare a creare qualcosa?

Finito lo studio del viso e della sua correzione, abbiamo visto come trattare l’occhio tramite due tecniche: Gradient  e Halo. La prima si basa sulla divisione dell’occhio in sezioni verticali sulle quali giocare con i chiaro scuri; la seconda, invece, divide l’occhio in sezioni orizzontali sempre per utilizzare la tecnica chiaroscurale. In entrambi i casi, il risultato che si ottiene è molto sofisticato, naturale ed elegante.

In ultimo abbiamo visto come contornare e riempire la bocca ma il tutto in modo estremamente naturale. Con la bocca non si deve mai esagerare, risultare volgari e forzatamente innaturali è un attimo!

Finita tutta questa parte teorica, Giulia ha fatto delle dimostrazioni mettendo in pratica tutti i suoi insegnamenti e poi ci ha messo subito a lavorare!!




                                          Tutti i prodotti a nostra disposizione!!!


Una cosa importante che ci era stata chiesta prima dell’inizio del corso era di cercare una o due modelle da portare in fase di pratica. Ovviamente non era obbligatorio, solamente consigliato. Io, ad esempio, non avevo nessuno da portare e sfruttato una delle modelle delle altre ragazze. Oltre alle modelle, le allieve si truccano a vicenda. Inizialmente pensavo che potesse essere una perdita di tempo farmi truccare da una “collega”, in realtà non è stato così. Facendosi truccare si ripetono e rivedono comunque tutti i passaggi; ci si mette inoltre nei panni di una potenziale cliente ed è utile per capire come far sentire a proprio agio la povera malcapitata…ovviamente scherzo!!! Sono molto contenta di aver avuto la possibilità di truccare allieve e modelle. Visi, tratti somatici, tipologie di pelle e incarnati diversi, mi hanno permesso di acquisire un po’ più di dimestichezza con le tecniche e i prodotti.

 
Eleonora


Per farla breve, dopo una mattinata intensa di teoria, abbiamo fatto tanta, ma veramente tanta pratica. Giulia, l’insegnante, era costantemente presente e attenta a tutto e a tutte, ci correggeva moltissimo e, alcune volte, ci ha fatto struccare completamente un trucco già a metà dell’opera perché non era corretto.



                                                                       Samantha






                                                                    Valeria


Elena

Le foto delle bellissime colleghe/modelle documentano i trucchi che ho realizzato seguendo le tecniche che abbiamo imparato.

Cosa penso di questa esperienza? In una parola…NECESSARIA!


Il primo livello di corso è strutturato in modo che, chi non voglia proseguire ulteriormente nel percorso formativo, abbia già gli strumenti per creare un make up bello e sofisticato. Io mi sono divertita e impegnata moltissimo. Credo di aver imparato molto e mi sono resa conto che in realtà non avevo nessuna nozione da un punto di vista tecnico. Adesso mi sento molto più sicura e pronta ad affrontare i prossimi giorni di corso.

Spero di esservi stata utile, se avete domande riguardo alla mia esperienza chiedetemi pure. Per le informazioni specifiche sul corso, come vi ho detto all’inizio del post, vi rimando al sito della Truccheria. Lì ci sono tutte le informazioni necessarie e, nel caso mancasse qualcosa, contattate direttamente la struttura, sono tutti molto gentili e disponibili.

Un abbraccio grande e vi aspetto per gli aggiornamenti sul secondo livello di corso!

Non dimenticate di seguirmi su Instagram per aggiornamenti dell'ultimo minuto!!!

lunedì 7 dicembre 2015

CAMBIO VITA???WORK IN PROGRESS!!!

Si sente spesso dire: “il lavoro nobilita l’uomo”….mi sento di condividere questa affermazione soprattutto se per “nobilitare” intendiamo “conferire dignità”. La dignità dell’uomo ha varie sfaccettature, a volte molto complicate e profonde, ma anche il lavoro che ognuno sceglie per se funge a questo scopo.

Parlare di dignità dell’individuo, dal punto di vista lavorativo, ai giorni nostri è veramente difficile. Ho 32 anni e mezzo, non sono vecchia anagraficamente parlando ma, per il mondo del lavoro, lo sono eccome!!!Ho una bellissima laurea in storia dell’arte contemporanea, fortemente voluta e sudata, ma no….non sono riuscita a realizzare il mio sogno!Non c’era spazio per me in una realtà italiana dove, per prenotare una visita medica, ci sono tempi di attesa di almeno un anno…..lo so che l’esempio non è dei migliori. Quello che voglio dire è che alla mia generazione sono state tagliate le gambe, non ci è stata data la possibilità di realizzare i nostri sogni e di credere in noi stessi. Crisi economica e, di conseguenza, culturale hanno stroncato una generazione! Quante volte mi sono sentita dire “non posso assumerti, ma se vuoi posso offrirti uno stage non pagato”. E sicuramente non sarò l’unica! 

Messi i sogni e le belle speranze da parte, ho fatto altro…..ma veramente altro rispetto a quello per cui mi sono tanto impegnata! Sono stati anni duri, pieni di insoddisfazione e incertezza. Anni in cui l’autostima non sapevo neppure cosa fosse…..eppure non ho mai pensato di essere stupida, ma se non ho realizzato le mie aspettative vorrà dire che qualcosa di sbagliato in me ci sarà pure! Questo è ciò che la nostra meravigliosa società ha scatenato in me e in molti altri coetanei. 

Poi un giorno è scattata una molla…..io non sono così!!!!non lo sono mai stata!!!!voglio di più….ho bisogno di avere di più!!!Mi sono messa a pensare a cosa mi renda veramente felice, a cosa faccio quando ho bisogno di prendermi un po’ di tempo per me per staccarmi dall'insoddisfacente vita quotidiana…..la risposta…..MI TRUCCO!!!!

Può sembrare stupido, infantile e velleitario, ma è così! E, sinceramente, non lo trovo neppure così distante da quella che è sempre stata la mia grande passione, l’arte! Cosa c’è di meglio che creare, mistificare, illudere e trasformare la realtà attraverso il proprio corpo, il proprio viso (o, in questo caso, quello degli altri!). Non ho dimenticato gli insegnamenti di grandi uomini e artisti che mi hanno ispirata e tutt'ora mi ispirano. Duchamp e Marinetti, solo per citarne due e anche fra i più geniali e creativi! Sto cercando di ritrovare me stessa. La passione che mi ha sempre spronato e motivato ad andare avanti è ancora qui, si era solo nascosta ma non mi ha mai abbandonata. Adesso la voglio, la cerco e la bramo con tutte le mie forze!

Dal punto di vista pratico, cosa fare? La risposta è investire su me stessa! Investire tempo e soldi in quello che, spero, possa diventare un mestiere che mi dia da mangiare ma con il sorriso sulle labbra e la voglia di alzarmi alla mattina. 

Vivendo a Bologna ho pensato che il corso di trucco intensivo della Truccheria – MakeUp For Ever fosse la scelta più indicata. Ho aperto google, sono andata sul sito della Truccheria e mi sono iscritta al corso intensivo del mese di dicembre 2015!

Oggi ho frequentato il mio primo giorno di corso….intenso, stancante, impegnativo….ma caspita quanto sono felice!!!!

Guardando un po’ su internet per cercare info sul corso, non ho trovato articoli o blog che trattassero l’argomento in modo soddisfacente. Per questo ho deciso che lo farò io! Certo non mi illudo che in una settimana di corso intensivo io mi trasformi in Lisa Eldridge, la strada sarà lunga ma io ho tutte le intenzioni di percorrerla…..spero che vogliate farmi compagnia e darmi suggerimenti e consigli!

Nei prossimi giorni vi terrò aggiornate con articoli più dettagliati sullo svolgimento del corso!


Per ora vi saluto! 

domenica 6 settembre 2015

E SANA SIA!!!!

Ciao a tutti!

Il mio post di oggi è dedicato ad una manifestazione molto importante, la prima in Italia nel suo genere, alla quale avrò il piacere di partecipare come visitatore. Sto parlando del SANA, salone internazionale del biologico e del naturale, che si terrà presso il complesso del Bologna Fiere da sabato 12 a martedì 15 settembre 2015.

Vi spiego brevemente le caratteristiche della manifestazione per darvi una panoramica ma, ovviamente, vi rimando al sito internet dell’evento per avere informazioni più precise.

Sana è la manifestazione fieristica che si rivolge al mercato dei prodotti biologici certificati, dei prodotti naturali e di erboristeria. Nel 2014 ha potuto contare su ben 620 espositori del settore, dando così possibilità al pubblico di conoscere nuove realtà e consolidare conoscenze di aziende già note.

Anche l’edizione 2015 manterrà la caratteristica organizzazione in tre macro aree merceologiche: alimentazione biologica, benessere e altri prodotti naturali.

Ovviamente la mia attenzione si focalizzerà sull’area dedicata al benessere e alla cosmesi naturale, anche se non mancherò di fare un giretto anche tra gli altri stand!!!

Visto che manca ancora una settimana all’evento, ho pensato di organizzarmi al meglio al fine di non perdermi nulla di quello che mi interessa. Ho dato un’occhiata approfondita alla lista degli espositori nel settore della cosmetica naturale e ho scovato alcune aziende che hanno scatenato la mia curiosità. 

Sinceramente ci sono molte aziende che non conosco e sarò lieta di visitare i loro stand e vedere da vicino i loro prodotti.

La prima azienda che vi voglio citare è HerbSardinia. Perché mi ha incuriosito? In una parola…..SARDEGNA!!! Amo follemente questa terra, è la mia seconda casa e custodisce ricordi e affetti preziosi per me (la mia mamma è sarda!). Ho guardato attentamente il loro sito internet, in particolare le componenti utilizzate per la realizzazione dei prodotti: Mirto, Elicriso, Lentischio e Salvia Sarda. Gli ingredienti sono biologici e a km0 e tutti di altissima qualità! Non vedo l’ora di andare ad annusare tutti i prodotti.

Altra azienda che ho trovato estremamente interessante è Alma Briosa. Sul loro sito raccontano che il loro intento è quello di proporre rimedi naturali e biologici per risolvere molti problemi dell’uomo moderno in maniera meno invasiva e più in equilibrio con la natura. Hanno una vasta di gamma di prodotti in cui utilizzano ingredienti pregiati e inusuali che mi incuriosiscono e non poco!

Prodotti estremamente interessanti sono quelli della linea Essere dell’azienda BIOART s.r.l.. La loro gamma comprende prodotti per la cura del corpo e dei capelli. Oltre ad essere prodotti di origine naturale e certificati, hanno un’altra grande particolarità che li distingue: sono prodotti grazie all’utilizzo di energie rinnovabili come l’energia eolica e l’energia geotermica. Non so se è lo stesso per voi, ma queste realtà catturano sempre il mio interesse in quanto vedo un grande sforzo nella direzione dell’eco-compatibilità.

Spero di potermi soffermare un po’ più a lungo negli stand di queste aziende e di raccogliere più informazioni possibili che poi condividerò con voi!

Ci sono tantissime altre aziende che porteranno i loro prodotti e che visiterò con piacere: Arangara, Alkemilla, Dr. Hauschka, PuroBio, e molte altre.

Sono sicura che sarà una bellissima esperienza e sono felice che la condividerò con due amiche speciali Silvia (SweetAsVanilla01) e Giulia (GiuValebeauty) .

Sono curiosa di sapere quali aziende hanno destato il loro interesse ma sono altrettanto curiosa di sapere quali sono quelle che interessano a voi che mi leggete!!!

A tal proposito vi faccio una proposta! Se non avete la possibilità di partecipare alla manifestazione e vorreste avere una panoramica più approfondita su qualche azienda e i suoi prodotti, ditemelo!!!Sarò felice di visitare gli stand per voi, prendere informazioni, fare foto ai prodotti e dedicare un post alle vostre richieste!

Come sempre spero che questo articolo vi sia piaciuto!

Un abbraccio a tutti e non dimenticate di seguirmi su Facebook, deliri di una trentenne, e su Instagram, lara_g25

lunedì 17 agosto 2015

Arangara, artigianalmente EcoBio.

Carissimi,


il post di oggi è dedicato non solo alla recensione di alcuni prodotti, ma alla descrizione di un’azienda che mi ha molto colpita.

Vi parlo di Arangara, una azienda 100% made in Italy, anzi made in Calabria!!!

Ho avuto modo di provare tre prodotti della linea Felce e Mandarino grazie ad un’amica che me li ha regalati, e, devo aggiungere, che il regalo è stato veramente molto gradito!

Non solo sto adorando questi prodotti, ma ho scoperto anche questa azienda, dinamica e innovativa, che ha come mission la produzione artigianale di prodotti di altissima qualità costituiti da materie prime derivanti dal territorio di origine, o, come le definisce l’azienda, a MetroZero.

Ho “spulciato” con piacere il loro sito internet e sono rimasta veramente molto affascinata dalla filosofia che seguono e dalla gamma di prodotti interessantissimi che producono. Questa concezione di “artigianalità” e le profonde radici nella loro terra e nei frutti che questa offre, mi ha affascinato.

Trovo che una filosofia del genere sia ammirevole e degna di nota soprattutto nella nostra epoca, dove la produzione tende ad essere standardizzata ed economica. Arangara segue invece un metodo di produzione artigianale, utilizzando materie prime di alta qualità reperibili nella meravigliosa terra di Calabria. Il risultato di questa filosofia sono dei prodotti unici e veramente impeccabili dal punto di vista di prestazioni cosmetiche. 

Ci tengo ad inserire alcune citazioni tratte dal loro sito internet, ma vi invito a visitarlo per avere una panoramica completa su come lavora questa azienda:

“A rangara è il nome dialettale calabrese dell’albero di arance. E la nostra storia nasce da un agrumeto in Calabria che affaccia sul mare dell’incantevole cornice della “Costa dei Gelsomini” in piena Magna Grecia. Gli agrumi, naturalmente dorati al sole, sono coltivati dalla nostra azienda agricola secondo un disciplinare biologico basato sul rispetto dell’equilibrio e della biodiversità della natura. Da queste radici profonde nella terra ha origine la nostra cosmesi”

Dopo una descrizione del genere mi sono innamorata! Ho immaginato questo paesaggio meraviglioso costituito da alberi di agrumi che affacciano sul mare, una poesia non solo per gli occhi:

“La nostra Filosofia: portare una Luxury SPA a casa tua. La nostra idea di bellezza è una esperienza che coinvolge tutti i 5 sensi da vivere in completo relax. Ogni nostro prodotto è sviluppato in collaborazione con una delle Luxur SPA nostre clienti ed è pensato per soddisfare le necessità dei loro protocolli di trattamento del corpo ma anche per il piacere dei sensi, senza aggiungere nulla ciò che la natura ha creato. Ogni prodotto è l’espressione pura del talento della natura.”
Utilizzando i prodotti in combinazione mi sono resa conto che è un vero e proprio piacere che coinvolge la nostra sensorialità a 360 gradi. Il profumo, la consistenza, la scorrevolezza e la sensazione di freschezza che richiama il gusto, frizzante e dolce allo stesso tempo, degli agrumi.

Ma c’è di più:

“Le nostre materie prime provengono da nostre coltivazioni biologiche e sono tracciabili al 100%: possiamo mostrarvi dove e come gli agrumi sono cresciuti, sotto il sole calabrese, al fine di garantire l'alta qualità delle materie prime utilizzate nelle nostre formule cosmetiche.
Tutti i nostri prodotti sono senza peg / senza parabeni / senza derivati del petrolio / 100% estratti vegetali / formula certificata.
La lavorazioni artigianale della nostra skincare fa la differenza. Ogni nostro prodotto è fatto a mano nella nostra sede. Non ci affidiamo a produttori terni e conosciamo ogni aspetto e singolo principio attivo di ciascuno dei nostri prodotti.”

Questo fa veramente la differenza tra la grande distribuzione, ecobio e certificata, e la produzione artigianale di questa coraggiosa azienda. 

Leggendo questa descrizione ho avuto un senso di pace e di ritorno alle origini. Il mio carissimo nonnino era calabrese e fiero di esserlo! Parlava della Calabria come di una terra meravigliosa, con fiori e frutti dono di una natura generosa e speciale. Forse anche per questo motivo questa azienda mi ha colpito! Ma di una cosa sono sicura, se tutte queste belle parole non si fossero trasformate in fatti questo post non ci sarebbe! Ho provato i prodotti e, a mio modesto parere, sono veramente un trattamento di lusso, una coccola speciale per il nostro corpo!




Voglio iniziare a descrivervi i prodotti nell’ordine in cui li uso. Quindi per primo troviamo la “Crema salina esfoliante Mandarino+Felce”.



La confezione si presenta come un bel barattolo bianco con chiusura a vite molto solida (fondamentale per gli scrub che si tengono dentro la doccia!!!). Il contenuto è di 400 grammi per un Pao di 12 mesi dall’apertura (28,90 euro). Appena aperto si sente subito questo profumo agrumato ricco e avvolgente. La consistenza e solida ma non troppo, la giusta via di mezzo. Personalmente non amo molto gli scrub dai quali si separa la parte oleosa da quella scrubbante, li trovo scomodi da mescolare sotto la doccia e, inevitabilmente, entra dell’acqua che rischia di far irrancidire il prodotto. Questo risulta bello compatto ma facilmente prelevabile. L’azione scrubbante è data dal sale marino molto fine che consente di modulare l’intensità.



Io lo applico sulla pelle leggermente inumidita, in particolare delle gambe, dove ho maggiore esigenza di dare una “bella grattata”! Sulla pelle risulta fresco e bello scrubbante, ovviamente modulabile in base alle proprie esigenze. Lo massaggio energicamente per qualche minuto e poi risciacquo. La pelle risulta liscia e levigata, per niente irritata dall’azione del sale. Gli oli al suo interno rimangono sulla pelle e svolgono una funzione idratante media, cioè non lasciano il corpo unto ma neanche arido. Se sono di fretta, dopo lo scrub non passo la crema, e non mi sento la pelle tirare, anzi il risultato è di pelle morbida e luminosa!
Faccio lo scrub circa una volta alla settimana, per la mia tipologia di pelle è la frequenza ideale.

Quando non faccio lo scrub uso il bagnodoccia rigenerante sempre della stessa linea.



Il packaging si presenta come un barattolo lungo e squadrato, lo definirei essenziale ed è un pregio per me visto che in doccia tengo talmente tante cose che, se tutte avessero un packaging ingombrante, non potrei entrare io!!!L’apertura a scatto è solida e non si danneggia facilmente evitando così di fare entrare acqua nella confezione. Il contenuto è di  250 ml con un Pao di 12 mesi dall’apertura (12,90 euro). Il prodotto è un gel abbastanza denso e trasparente.



Io ne metto una piccola quantità nella spugna a rete già bagnata e poi la passo sul corpo. Il risultato è una schiuma morbida, abbondante e avvolgente con un profumo fresco e frizzante che, con il caldo dell’ultimo periodo, gradisco particolarmente. L’effetto rigenerante si sente, dopo il risciacquo la pelle, infatti, rimane fresca e profumata e il profumo persiste leggermente anche dopo la doccia. La profumazione è unisex, infatti a mio marito piace moltissimo!

Subito dopo utilizzo la crema fluida per il corpo abbinata.



La confezione è simile a quella del doccia schiuma, lunga e squadrata, ma con il dosatore a pompetta che trovo molto comodo e igienico. Il contenuto è di 250 ml per un Pao di 12 mesi dall’apertura(18,90 euro). Il prodotto di presenta come una crema fluida e leggera, con un ottima scorrevolezza e non lascia scia bianca. Si assorbe abbastanza velocemente, il tempo di un leggero massaggio.



La pelle risulta morbida, fresca e vellutata oltre che profumatissima. L’idratazione per me è perfetta, non è una crema troppo corposa che non penetra mai, anzi, è un vero e proprio fluido che rilascia la giusta idratazione per una pelle non troppo bisognosa. Ma torniamo al profumo…con questo prodotto si raggiunge l’apice della freschezza. Gli agrumi si sentono e l’aroma rimane sulla pelle per ore. La sensazione di freschezza fa sì che, anche nelle giornate più calde, mettere la crema diventi non solo un piacere, ma una necessità rinfrescante!!

Che altro dire! Adoro follemente questi prodotti e vorrei provare alte profumazioni anzi vorrei provarle tutte….Limone+Pesca, Arancio+Lavanda, Olivo+Rosa…..difficile scegliere! 

Ho visto sul sito internet che c’è la possibilità di acquistare dei travel kit, la trovo un’idea utile per provare il prodotto in previsione di un acquisto.  Ho visto inoltre che ci sono altre tipologie di prodotti di skin care (per il viso, acque profumate, gel d’aloe vera e i solari), accessori per viso e corpo (varie tipologie di spugne in fibra naturale) e saponi artigianali.

L’unico consiglio che posso darvi  è di visitare il loro sito internet, non solo la sezione dei prodotti, ma anche dove spiegano in modo dettagliato tutta la loro attività  e il processo di produzione. Io l’ho trovato veramente interessante e ben fatto.

Sinceramente non mi è mai capitato di vedere nei negozi fisici questi prodotti, magari scrivendo all’azienda si può sapere se e chi rivende il prodotto. Oppure si può acquistare direttamente online dal loro shop, ho visto che registrandosi sul sito si può avere uno sconto del 25% sugli acquisti e, visto che i prezzi non sono bassi, non è male!

Spero di avervi fatto scoprire qualcosa di nuovo e interessante con questo post. Per me quest’azienda è stata una bella scoperta e incarna perfettamente lo spirito ecobio di cui molti marchi si riempiono la bocca ma poi, andando a vedere, non sanno neppure in cosa consiste.

Saluti deliranti e non dimenticate di seguirmi su Instagram, lara_g25 , e sulla mia pagina Facebook Deliri di una Trentenne .

sabato 15 agosto 2015

St.Ives scrub viso all'albicocca.


Buongiorno a tutti!

Oggi vi parlo di uno scrub viso che oserei definire POTENTE!!!!

Il prodotto è il famosissimo scrub del marchio St. Ives all’albicocca, forse il più famoso tra gli scrub viso.


L’ho acquistato durante uno dei miei viaggi perché ero troppo curiosa di provarlo e devo dire che non mi sono affatto pentita.

 Ma iniziamo per gradi.

Il Marchio St. Ives fa parte della multinazionale Unilever, un gruppo americano che distribuisce molti brand. Sulla mia confezione c’è scritto “Made in USA”, in effetti l’ho comprato negli Stati Unti, ma non sono del tutto sicura che il brand sia americano. Sono certa però del fatto che non sia facilmente reperibile in Italia, in particolare in negozi fisici, e questo è un peccato perché sicuramente è il miglior scrub viso che abbia mai provato e, soprattutto, è adatto alle mie esigenze specifiche di trattamento viso.

Vi spiego perché mi piace tanto.

La pelle del mio viso è mista/grassa, non particolarmente delicata, e tende a riempirsi di impurità e imperfezioni. Ogni tanto ho bisogno di una bella pulita che non sia troppo “delicata”, sento proprio l’esigenza di una bella scrubbata, di un prodotto che tiri via tutte le cellule morte e le impurità in superficie! Questo prodotto è proprio quello che mi serve. La sua consistenza è molto corposa, una crema dura e bianca con tantissimi granelli duri e belli consistenti (nocciolo di albicocca) che fanno bene il loro mestiere, ma ATTENZIONE, va maneggiato con cautela perché potrebbe graffiare il viso.


Io lo utilizzo una volta alla settimana (di più sarebbe troppo anche per me), nonostante sulla confezione suggeriscano di utilizzarlo fino a 3 o 4 volte a settimana. Inumidisco il viso con un po’ d’acqua, prendo una piccola quantità di prodotto e lo distribuisco sul viso con i polpastrelli. Durante questa operazione cerco di stare molto attenta a non spingere troppo con le dita perché i granelli sono molto duri e il rischio di graffiarsi è alto! Massaggio delicatamente sul viso lo scrub e, ogni tanto, bagno le dita per far scorrere meglio il prodotto. Non mi piace che il viso sia completamente bagnato, preferisco inumidire quando ne sento l’esigenza, trovo che così sia più efficace. Proseguo il massaggio scrubbante per qualche minuto e poi risciacquo con abbondante acqua, facendo attenzione a non far andare i granelli nel contorno occhi. Dopo aver risciacquato mi sento la pelle pulita e liscia, non sento tirare o bruciare. In genere passo sul viso una spruzzata di acqua termale come tonico reidratante e, se ne sento il bisogno, metto un velo di crema. Il prodotto ha un delicato profumo di albicocca che non persiste sulla pelle e non è invadente.


Con questa routine io mi trovo benissimo, ma non mi sento di consigliare questo prodotto a tutte le tipologie di pelle. I granelli di nocciolo di albicocca lo rendono un prodotto aggressivo per le pelli delicate che necessitano di un trattamento più soft. Sul retro della confezione è indicato, infatti, che il livello di esfoliazione del prodotto è alto, di conseguenza va usato con cautela.

Atro pregio di questo sono gli ingredienti. Non è un prodotto BIO certificato ma l’inci è accettabile.



Sulla confezione è specificato che il prodotto

·         NON CONTIENE PARABENI

·         E’ IPOALLERGENICO

·         DERMATOLOGICAMENTE TESTATO

·         NON COMEDOGENICO

Per quanto riguarda la reperibilità del prodotto, vi ho già anticipato che in Italia è difficile trovarlo, ma on line si può trovare senza problemi. Ho visto che è venduto sul sito di BOOTS che spedisce anche in Italia. Ho già avuto modo di acquistare da quel sito e mi sono trovata molto bene, si trovano inoltre molti prodotti che in Italia non vengono venduti. Credo che si trovi anche su Amazon ma, non avendo mai acquistato da lì, non posso consigliarvelo. La cosa migliore sarebbe fare un bel viaggetto e acquistarlo in giro per il mondo….unendo l’utile al dilettevole!!!

Ho visto che ci sono molti altri prodotti interessanti per viso e corpo di questo marchio, mi piacerebbe provarli! Voi cosa mi dite? Li conoscete?


Un saluto delirante a tutti e non dimenticate di seguirmi sulla mia pagina Instagram (lara_g25) e sulla mia nuova pagina Facebook Deliri di una Trentenne 

lunedì 10 agosto 2015

John Masters Organics il lusso per i capelli

Il lusso sui capelli? Esiste eccome e si chiama John Masters Organics! 

JMO è un brand americano che utilizza materie prime biologiche certificate, cruelty free e senza materie prime di origine animale, adatto quindi anche ai vegani. Anche i loro packaging sono rispettosi dell’ambiente in quanto costituiti da plastiche riciclate e riciclabili. Sul loro sito italiano si presentano così:

“ John Masters Organics è nata dal desiderio di creare una linea di bellezza di lusso che tratta la terra con rispetto. Il risultato è il coronamento del duro lavoro svolto da persone provenienti da tutte le parti del mondo. La loro dedizione alla coltivazione e alla raccolta di ingredienti biologici e artigianali è la forza di John Masters Organics.
Abbiamo solo un corpo, e abbiamo solo un pianeta. Perché non trattarli con la massima cura? Perché usare prodotti sintetici quando i prodotti naturali funzionano meglio e sono più sicuri per l’ambiente? Questa dedizione ha dato vita a più di 50 prodotti per la cura dei capelli e per la cura della pelle.” 

Una vera e propria linea di lusso per corpo e capelli, non solo per i prezzi, ma anche per gli ingredienti pregiati e ricercati che contengono i prodotti.

Ma veniamo a come e con quali prodotti mi sono approcciata a questo brand.

Una delle mie fissazioni maggiori sono i capelli e la loro cura. Ho un capello lungo e mosso, molto difficile da domare perché secco e molto crespo (una maniera carina per dire “nido di serpi”!!!), e sono sempre alla ricerca di prodotti specifici per queste caratteristiche. In settembre scorso ho fatto un meraviglioso viaggio negli USA e, da maniaca di shopping quale sono, ho preso informazioni su prodotti made in USA che avrei potuto acquistare! Seguo alcune youtubers e blogger americane che hanno spesso parlato, in termini più che favorevoli, di questo brand e mi sono detta “Why not???”. Ho preso solo due prodotti dato il costo piuttosto elevato nonostante il cambio euro/dollaro favorevole. Il mio interesse è stato catturato dallo Shampoo rigenerante/ultra idratante al miele e all’ibisco e dal conditioner della stessa linea. 


La descrizione dei prodotti ha catturato il mio interesse proprio perché elenca per filo e per segno quello che cerco da questa di tipologia di prodotti:

“Gli acidi linoleico e ialuronico, presenti in abbondanza nei capelli giovani, sono uniti alle proteine della soia, del riso e dell’avena per rinnovare e ricostruire i capelli danneggiati, fortificandoli durante ogni lavaggio. Gli estratti di miele e di ibisco, e altri 9 estratti e oli vegetali biologici certificati, donano intenso nutrimento al capello e un profumo meraviglioso.
Non contiene SLS.
Per capelli colorati.
USO: adatto a tutti i tipi di capello; ottimo shampoo per uso quotidiano per capelli secchi, danneggiati, colorati o con permanente; è anche un’ottima alternativa settimanale al normale shampoo di uso quotidiano.
INGREDIENTI PRINCIPALI: miele – idratante; ibisco – aiuta a mantenere una cute sana; acido linoleico e ialuronico – acidi presenti in tutti i tipi di capello; proteine della soia, del riso e dell’avena – aminoacidi rinforzanti.” (Cit. da sito internet Italiano)

Che dire…..è tutto vero! Sinceramente non uso questi prodotti ad ogni lavaggio, infatti ho iniziato ad utilizzarli verso fine settembre 2014 e li sto terminando in questi giorni (so già che ne sentirò la mancanza!!!). Cerco di alternarli con altri prodotti, non solo per farmeli durare di più, ma anche perché ho notato che, usando sempre gli stessi prodotti, il capello si abitua e ne trae meno giovamento. In genere li uso ogni uno o due lavaggi, in base alle esigenze.

Ma veniamo nello specifico di ogni singolo prodotto:

Lo shampoo si presenta in una confezione a tubo molto pratica da tenere in doccia e da portare in viaggio. L’apertura a scatto è un po’ duretta ma penso che sia un pregio, preferisco faticare un pochino per aprire ed essere sicura di non spargere prezioso prodotto inutilmente. Il flacone contiene 177 ml di prodotto con un PAO di 6 mesi dall’apertura (l'ho superato abbondantemente ma il prodotto è sempre intatto!). Il prodotto è trasparente e semiliquido, non si fa nessuna fatica a farlo uscire dalla confezione.




 Il profumo è veramente paradisiaco, un mix tra il dolce e l’erbaceo che rimane, in maniera tenue e delicata, sui capelli per almeno un paio di giorni. Non serve molto prodotto, già dalla prima passata fa una schiuma morbida e delicata che avvolge tutta la chioma. Dopo due passate di shampoo il capello rimane morbido e si ha la sensazione di capello pulito. 

Essendo i miei capelli molto crespi e con tendenza ad annodarsi, il solo shampoo non è sufficiente, ho necessità di qualcosa che li ammorbidisca e li nutra in profondità. Per questo applico il balsamo della stessa linea. La confezione è identica a quella dello shampoo ma più piccola, 118 ml con un PAO dall’apertura di 6 mesi(anche in questo caso superato abbondantemente senza nessuna alterazione del prodotto). Il prodotto si presenta come una crema bianca abbastanza morbida che si sparge facilmente tra i capelli. 




Io prendo una noce di prodotto e la sfrego tra le mani, poi accarezzo le lunghezze al fine di distribuirlo uniformemente. Appena applicato si sente subito che il groviglio di capelli si ammorbidisce e inizia a districarsi. Ne prendo anche un altro po’, ma proprio poco, e lo distribuisco sulla cute, senza andare direttamente sul cuoio capelluto. Questo passaggio per me è fondamentale per tenere a bada la nuvoletta di crespo che si forma all'attaccatura dei capelli (sono sicura che molte di voi sanno perfettamente di cosa sto parlando!!!). Se facessi questa operazione con altri prodotti (anzi l’ho fatto a mio discapito!!) il risultato sarebbe di capelli appesantiti e che si sporcano in un nanosecondo. Con questo prodotto non mi capita assolutamente, anzi noto la differenza: capelli luminosi e disciplinati, nuvoletta di crespo non del tutto scomparsa ma diminuita sensibilmente!!!

Altra cosa che ho notato con l'uso di questi prodotti è che sono particolarmente adatti a questo periodo. In estate, e in particolare in questa calda estate, abolisco del tutto l'uso del phon. Purtroppo una delle conseguenze di far asciugare i capelli all'aria è il crespo ancora più accentuato. Con questi prodotti non mi capita. Appena uscita dalla doccia avvolgo i capelli in un asciugamano di cotone per assorbire l'acqua in eccesso e poi li pettino (neanche a dirlo che si districano in un secondo), subito dopo faccio una treccia e li faccio asciugare così. Risultato: capelli morbidi e disciplinati e nessuna nuvoletta di crespo! anche il capello pulito mi dura più a lungo, arrivo tranquillamente a cinque giorni senza che sembrino sporchi o arruffati!!

Mi sono perdutamente innamorata di questi prodotti, li trovo efficaci e fanno quello che promettono! Certo il prezzo è una nota veramente MOLTOOOO dolente, shampoo 37 euro e balsamo 39 euro sul sito italiano, ma non per niente è una linea di lusso con ingredienti di lusso:


 
                                              inci shampoo                     inci balsamo


Io, acquistandoli negli USA, li ho trovati ad un prezzo decisamente inferiore anche se non erano di certo regalati (con il cambio circa 50 euro per entrambi). Ho visto che sul sito c’è la possibilità di acquistare dei travel kit dei loro best seller, sicuramente converrebbe iniziare da quelli per farsi un’idea dei prodotti! Sempre sul sito potete trovare la lista dei rivenditori e dei saloni che utilizzano questi prodotti.

Per chi è di Bologna invece, ho scoperto che c’è un rivenditore in centro. Non sono ancora riuscita a passare in negozio, ma lo farò sicuramente perché voglio vedere altri prodotti di questo brand che mi ispirano follemente e anche di altri brand del quale è concessionario. Il negozio si chiama “David Organic Store” e si trova in via Farini 32b a Bologna.

Voi avete provato qualcosa di questo brand? Fatemi sapere!

Non dimenticate di seguirmi su Instagram, lara_g25 , e anche sulla mia pagina Facebook “ Deliri di una Trentenne”.

Un saluto delirante a tutti!